Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Per il Benevento ritorno ad andamento lento, mentre le concorrenti hanno cambiato passo

Como, Cosenza, Venezia, Perugia e Cittadella inseguivano la Strega al giro di boa, ma ora sono i giallorossi a dover inseguire

Altro che cambio di passo: nel girone di ritorno, il Benevento è stato capace di fare peggio rispetto al già deficitario rendimento dell’andata. Il saldo è negativo per la Strega: se nelle prime undici giornate di campionato aveva raccolto dieci punti, nelle stesse gare del di ritorno la truppa sannita ne ha conquistati tre in meno, ossia solo sette sui 33 disponibili. Solo il Brescia (tre punti) e la Reggina (sei) hanno fatto peggio di capitan Letizia e soci.

Si spiega così il fatto che la rincorsa salvezza della Strega si è fatta ancora di più in salita, anche perché nel frattempo le dirette concorrenti hanno cambiato passo. Delle squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere, solo tre hanno finora raccolto meno punti nel girone di ritorno rispetto all’andata. E guarda caso, sono le attuali ultime tre della classe: oltre al Benevento, infatti, ci sono anche la Spal che viaggia con una velocità di crociera inferiore di sei punti rispetto a quella tenuta nelle prime undici giornate di campionato, e soprattutto il Brescia, il cui rendimento fa segnare addirittura un meno quindici.

Tutte le altre, invece, hanno cambiato passo. Significativi, in particolare, gli exploit di Perugia e Como. Gli uomini di Castori hanno rimediato al disastroso avvio di campionato, portando a casa sette punti in più rispetto al girone d’andata, nonostante nel ritorno abbiano disputato per il momento una partita in meno (per via del rinvio della gara con la Reggina). Hanno fatto leggermente meglio, ma con una gara in più, i lariani guidati da Moreno Longo, che stanno viaggiando a un ritmo superiore rispetto a quello mostrato un girone fa: sono otto i punti in più raccolti. Andamento che ha permesso alle due squadre di tirarsi fuori dalla zona rossa: il Como può mettere addirittura nel mirino i play off, mentre il Perugia può gestire un vantaggio quasi rassicurante sul terzultimo posto che porta alla retrocessione diretta e può puntare a incrementare le distanze dalla zona play out, in un mese di aprile che gli darà la possibilità di giocare quattro gare davanti al pubblico amico del Curi.

Oltre a lombardi e umbri, anche Venezia, Cosenza e Cittadella per ora hanno fatto meglio rispetto a un girone fa: quattro punti in più lagunari e silani, due invece per i veneti di Vanoli. Il dato è eloquente, perché cinque delle sei squadre che a fine girone d’andata si trovavano alle spalle del Benevento, hanno alzato il ritmo e si sono messe a marciare più veloce di capitan Letizia e soci: Como, Cosenza, Venezia, Perugia e Cittadella erano costrette a leggere la targa della Strega dopo la diciannovesima giornata, ma ora sono i giallorossi a dover inseguire.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Auteri non si scompone nemmeno dopo il 4-0 al Sorrento né davanti ai colpi di...
L'ultimo successo con proporzioni così ampie risale al 2 aprile 2022...
I giudizi sulle prestazioni dei giallorossi: le mosse dalla panchina fanno la differenza, Paleari fa...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...