Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Le pagelle del Benevento: in difesa segnali incoraggianti, Foulon e Letizia inesauribili

Tra i giallorossi spunti interessanti anche dal centrocampo. In difficoltà invece La Gumina.

Pareggio con tanti rimpianti per un’espulsione che ha condizionato il percorso del Benevento. Sorriso amaro quello della Strega che contro il Como si tiene stretta un punto prezioso per la sua classifica ma recrimina per l’episodio della doppia ammonizione nei confronti di Tello a inizio ripresa che ha indirizzato la seconda parte della sfida.

Dal Vigorito segnali interessanti soprattutto nel reparto arretrato, con Leverbe e Tosca sugli scudi insieme a Manfredini, tornato titolare nel Benevento e decisivo sui pericoli disegnati da Cerri. Intensità ed efficacia dalle prestazioni di Foulon e Letizia per Stellone, ancora a secco invece La Gumina reduce da un altro pomeriggio complicato.

Queste nel dettaglio le pagelle del Benevento:

MANFREDINI 6,5 – Torna titolare con la Strega e sfodera una prestazione super, respingendo senza incertezze i pericoli di Cerri e bloccando i palloni bollenti del finale.

LETIZIA 6,5 – Tra i più intensi in un pomeriggio di sofferenza. Nonostante una condizione fisica ancora lontana dal top, domina nella sua comfort zone limitando al massimo l’iniziativa avversaria.

LEVERBE 6,5 – Mancuso non trova spazi tra le maglie della difesa giallorossa, surclassato dal francese che legge in anticipo ogni giocata per allontanare i pericoli dall’area sannita.

TOSCA 6,5 – Pulito, preciso e attento sulle azioni confezionate dal Como. Decisivo nel finale sul cross di Chajia, altra partita da certezza per la retroguardia di Stellone.

IMPROTA 6 – Sfiora il colpo del vantaggio per centimetri sul suggerimento di Tello, poi sgomita in fascia per provare a limitare al massimo i danni dopo l’inferiorità numerica (88’ Kubica SV: Fisicità e grinta negli istanti finali di partita).

KARIC 6 – Raddoppia gli sforzi nel secondo tempo per garantire equilibrio e dinamismo alla sua squadra dopo una ripresa con le solite caratteristiche. Fattore importante per la Strega di Stellone.

SCHIATTARELLA 6 – Primo tempo alla ricerca dei ritmi migliori per lasciare il segno. L’inferiorità numerica lo costringe ad uno sforzo ulteriore, concluso col giallo e con la sostituzione (66’ Viviani 6: Tanto lavoro in copertura con la Strega chiusa a denti stretti).

ACAMPORA 6,5 – Strappa quando può, ribaltando il copione giallorosso. Incassa tanti colpi trovando spazio da vincitore tra i duelli fino agli straordinari nel suo finale di partita. Qualità e sostanza (88’ Pastina SV: Spazio anche per lui per blindare il pari nel finale).

FOULON 6,5 – Tra i migliori contro il Como, senza sbavature e con una ritrovata sicurezza anche nelle giocate più semplici. Sempre un fattore quando la Strega sceglie di alzare i ritmi in corsia mancina (96’ Jureskin SV: Solo pochi secondi prima del triplice fischio).

TELLO 5,5 – La svista di Santoro condiziona la sua partita e quella della Strega. Suo il cross che confeziona il palo in avvio dei giallorossi, poi il doppio intervento che consegna la svolta della sfida.

LA GUMINA 5 – Altro pomeriggio in salita, senza trovare sbocchi contro la difesa di Longo. 11 palloni toccati, 0 occasioni e pochi segnali incoraggianti (66’ Simy 6: Tanto lavoro sporco sui palloni alti e nel proteggere palla sulla bandierina, giocando col cronometro).

ALL. STELLONE 6,5 – Il doppio giallo di Tello condiziona la partita della sua Strega, iniziata col piglio giusto ma macchiata da una ripresa in sofferenza. Si tiene stretto un punto importante per la classifica ma fa comunque i conti con i rimpianti di un rosso che non c’è.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I giudizi sulle prestazioni dei giallorossi: le mosse dalla panchina fanno la differenza, Paleari fa...
i giudizi sulla prestazione dei giallorossi: Terranova vince il duello con Murano, Pinato dentro con...
I giudizi sulla prestazione dei giallorossi: ripresa in difficoltà perenne, manca la scossa dalla panchina...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...