Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Auteri e Longo, scelte decisive: il Benevento recupera punti e sale sul podio

Scacco matto del tecnico giallorosso a quello rossoblù: così la Strega può puntare a step più gratificanti

Questa volta ha avuto ragione lui. Se contro il Cerignola molte scelte, sia iniziali che a partita in corso, avevano sollevato diversi dubbi, la vittoria in rimonta sul Picerno porta impresso il marchio di Gaetano Auteri. Le mosse del tecnico di Floridia hanno pagato e permesso al Benevento di aggiudicarsi uno scontro diretto di vitale importanza. In attesa del derby tra Avellino e Casertana, i giallorossi si prendono il terzo posto in solitaria, compiendo un bel balzo in avanti e guadagnando punti su tutte le compagini di testa. Pensare alla vetta, distante sette lunghezze, sarebbe però un errore, meglio vivere alla giornata come ribadito ancora una volta dallo stesso Auteri nel post partita.

L’allenatore siciliano, intanto, si prende una piccola rivincita dopo le critiche del turno infrasettimanale, vincendo non solo la gara ma anche lo scontro a distanza con l’emergente Emilio Longo. Lo scacco matto portato dal tecnico giallorosso a quello rossoblù è frutto non solo della profondità della rosa e della qualità a disposizione, ma di come le pedine siano state mosse sull’erba del ‘Curcio’. Appena Auteri ha attinto alla sua panchina, il banco di Longo è saltato. Forze fresche per la Strega, cambio di modulo e atteggiamento più guardingo per i lucani che hanno perso prima il bandolo della matassa e poi la partita.

Mentre Biasiol faceva ricredere il proprio allenatore, Pinato, Ciciretti e Carfora esaltavano la bontà delle decisioni avversarie. Quattro protagonisti a gara in corso che hanno contribuito, a loro modo, al concretizzarsi della rimonta sannita. Pinato si è conquistato il rigore per un fallo proprio di Biasiol, richiamato in panchina ventidue minuti dopo il suo ingresso in campo, Ciciretti lo ha realizzato e neanche sessanta secondi dopo Carfora ha operato il sorpasso.
Una sceneggiatura da colossal, con un finale che proietta il Benevento sul podio del girone C, permettendogli di iniziare a mettere nel mirino il secondo posto occupato proprio dal Picerno. Un obiettivo per volta, perché alla fine della corsa mancano undici tappe e sarebbe preferibile non disperdere energie pensando esclusivamente allo scontro diretto con le vespe di inizio aprile. Adesso ci saranno due gare consecutive al ‘Ciro Vigorito’ da sfruttare (Sorrento e Foggia), prima di un’altra settimana piena con l’infrasettimanale di Potenza e la sfida casalinga con il Messina. Un nuovo mini ciclo da affrontare con rinnovato entusiasmo dopo un successo tanto importante quanto prezioso, al termine del quale tracciare un bilancio in vista del rush finale.

Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I giudizi sulla prestazione dei giallorossi: Auteri ritrova i sorrisi del suo attacco, difesa d'acciaio,...
Nel girone meridionale solo quattro società hanno beneficiato di una cifra più alta rispetto al...
Le ultime due giornate di campionato decideranno i piazzamenti finali, la Strega chiamata a rialzare...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie