Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Benevento, Stellone annuncia la formazione: “Contro la Ternana sarà importante non perdere”

Le dichiarazioni dell’allenatore giallorosso alla vigilia della sfida che la Strega affronterà al Liberati di Terni.

In conferenza stampa, il tecnico della Strega Roberto Stellone ha presentato il match che il Benevento affronterà in trasferta, sul campo della Ternana. Giallorossi attesi da una reazione dopo la sconfitta del Vigorito incassata contro il Sudtirol nel turno infrasettimanale di Serie B.

CONVOCATI“Rientrano Leverbe e Improta, sarà disponibile anche Farias, vediamo dall’ultimo test di stamattina. Pettinari contiamo di recuperarlo per la prossima gara, hanno fatto un miracolo i dottori perché è stato un rientro flash il suo. Lunedì al massimo martedì sarà con la squadra”.

TERNANA“Partita difficile come diremo da qua fino alla fine. Hanno cambiato allenatore, già li conosceva, non siamo convinti di come giocheranno come modulo perché Lucarelli ha giocato col 4-3-1-2 in passato. Dobbiamo rispondere colpo su colpo ai loro attacchi, dovremo capire i momenti della gara e prima o poi un gol lo faremo, dovremo cercare di attaccare la porta con più velocità. Vorranno vincere per riavvicinarsi ai playoff e noi per fare punti e avvicinarci alla salvezza. Sarà una gara senza tante tattiche, l’importante è fare punti. Sono in palio tre punti, giocarla come se fosse l’ultima del campionato sapendo che non lo è, giocare per vincere ma non bisogna perdere perché il punto può servire, dare continuità e farti affrontare il Como con meno tensione. Ai ragazzi ho detto di resettare la sconfitta e di pensare positivo: dal mio arrivo abbiamo migliorato la classifica, vediamola positiva e dobbiamo ragionare così. Andando avanti con gli allenamenti miglioreremo come singolo e come squadra”.

FORMAZIONE“Giocherà La Gumina dall’inizio. Questa volta voglio cambiare rispetto alle altre gare e vi lascio la formazione per scaramanzia: Paleari, Letizia Leverbe Tosca, Foulon, Acampora, Viviani Tello Karic, Improta e La Gumina. Logicamente non sono bocciature, alcune scelte sono forzate, Viviani e Acampora avevano fatto bene con l’Ascoli come anche Schiattarella, in certi ruoli possiamo permetterci questo. Carfora non partirà dall’inizio ma è entrato bene e se serve giocherà da gara in corso”.

FASE REALIZZATIVA“Abbiamo perso col Sudtirol con 5 cross, l’hanno presa 2 volte. Noi 33 volte abbiamo crossato bene, è un discorso di attacco alla porta e di convinzione. Quando un attaccante non segna da tempo sei anche poco convinto di fare bene sul cross, pensi e ripensi. Il problema è generale, di squadra, battiamo 9-10 calci d’angolo e raramente la prendiamo, dipende da chi batte e da come la prendiamo. Datemi un po’ di tempo per questo, le scelte le faccio anche in base a ciò che vedo in settimana”.

POSSESSO PALLA“Nell’ultima partita abbiamo avuto più possibilità per segnare noi. Il possesso palla mi interessa poco, è un dato che conta poco con certe squadre. Non siamo stati precisi, hanno contrastato le loro conclusioni, cosa che noi non abbiamo fatto. Siamo stati anche sfortunati nel prendere gol alla loro prima e seconda occasione, non eravamo partiti male. Resettiamo e pensiamo alla Ternana: abbiamo 11 partite a disposizione per fare punti e guadagnare posizioni. Nelle prossime 4-5 dovremo fare più punti possibili per poi contare sui rientri nelle ultime 6: quando staremo tutti bene ci sarà anche una competizione diversa in allenamento”.

SUBENTRI“Analogie con la Reggina? Ogni volta che uno subentra non puoi fare un ‘copia e incolla’. Giocatori diversi, stato mentale diverso, lì non avevamo tutti questi problemi di infortuni. Quando sono subentrato l’anno scorso ci sono state 8 partite ravvicinatissime e sono riuscito a ruotare molti giocatori, oggi noi non possiamo farlo. C’è una differenza, lì probabilmente avendo ruotato quella freschezza ci ha dato il là per vincere le partite. Oggi è diversa, non siamo riusciti a livello di risultati, vedo una buona organizzazione nell’aiutarsi, ci sta mancando la fase realizzativa: compito mio nel trovare soluzioni”.

LETIZIA“Vediamo, ho parlato con lui, ha recuperato abbastanza bene. Non è in uno stato di forma ottimale ma come tipo di partita mi serviva il suo rientro. Lì siamo contati, stringerà i denti se per 50 o 90′ lo vedremo a gara in corso”.

RIMONTE“Ci sono partite e partite, dipende da diversi aspetti. A tratti col Sudtirol abbiamo provato ma non sfondato, così come nel secondo tempo. Il 2-0 ci ha ammazzato mentalmente. Pensiamo a stare lì e a fare una gara di sacrificio, cercando di non andare in svantaggio, lì è dura un po’ per tutte le squadre. Diventiamo squadra anche nel non abbattersi o esaltarsi, serve restare sempre in partita”.

SITUAZIONE GENERALE“Ho visto un po’ di partite, la mia impronta è quella di cercare di essere pratici nel minor tempo possibile. Devo scoprire il prima possibile alcune cose, non ho amichevoli o allenamenti di ritiro a disposizione. So di aver portato la sensazione di una squadra che subisce poco i tiri verso il nostro portiere, ciò che emerge è che si trova poco la via realizzativa. Dobbiamo lavorare di più in quello, se oggi commettiamo certi errori in difesa ci può stare e li abbiamo commessi sempre meno da quando sono qui. Dobbiamo migliorare sull’attacco e lavorare ancora di più. Probabile che lavoreremo con doppie sedute per cercare la strada giusta, con più video o situazioni di campo”.

SCELTE FATTE“Ogni scelta ha uno studio dietro, ci vediamo partite, siamo qui dalla mattina alla sera. Le scelte sono fatte pensando siano le migliori in base alla partita. Avete criticato il discorso del piede invertito con i terzini, poi nel secondo tempo hanno fatto 0 cross. Erano soluzioni fatte in base alle gare del Sudtirol, perché loro chiudevano velocemente sul piede dove crossi. Era anche un vantaggio dare il pallone di prima sulle mezzepunte. Sono cose che uno propone ma sempre con uno studio dietro”.

KUBICA“Kubica è un buon giocatore con struttura e qualità, lì siamo tanti e validi, avrà il suo spazio”.

INFORTUNATI“Gli infortunati a parte Pettinari non rientreranno per la gara con il Como”.

QUALITA’“Quando si parla di qualità tecniche si cercano trame di passaggio e di palleggio. Le qualità possono essere anche fisiche, come nel caso del Sudtirol. Dobbiamo migliorarci in tutto, ogni giorno su qualcosa, nello smarcamento, nell’attenzione, così si cresce, si migliora e si fanno punti. Puoi essere una squadra che fa tanti tiri anche senza qualità in impostazione. Dobbiamo migliorarci e farlo attraverso il lavoro, che è l’unica cosa”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nonostante la giovane età, è alla quarta stagione nella Can di Serie C: viene considerato...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...