Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Le pagelle del Benevento: Ferrante-Marotta invisibili, zero scosse dalla panchina

I giudizi sulla prestazione dei giallorossi: ripresa in difficoltà perenne, manca la scossa dalla panchina

Un pareggio che lascia l’amaro in bocca, per il vantaggio sprecato e per la mancanza di una vera reazione nel secondo tempo: l’1-1 tra Benevento e Audace Cerignola vale un grande rammarico per la Strega, nei giorni in cui tutte le migliori avevano lasciato punti per strada. Al club si unisce anche la squadra di Auteri, protagonista con l’1-0 nel primo tempo firmato da Capellini e raggiunta a 10′ dalla fine da Capomaggio, prima del sospiro di sollievo sulla traversa centrata da Vuthaj.

Nelle pagelle dei giallorossi Paleari tra i migliori, decisivo nel blindare il vantaggio del Benevento fino al crollo sulla punizione di Malcore chiusa da Capomaggio. Si sblocca Capellini, al primo gol stagionale con la maglia della Strega, da dimenticare invece l’attacco disegnato da Auteri che con la sua rivoluzione – 8 cambi rispetto al match di Crotone – non trova la ricetta giusta per i tre punti.

Queste nel dettaglio le pagelle del Benevento:

PALEARI 6,5 – Serve un miracolo su Vuthaj nel retropassaggio killer di Improta, smorzato in uscita prima e in scivolata poi, senza paura. Sempre attento sui bolidi avversari, da Sainz-Maza alla chance di Russo. Ma la punizione di Malcore è troppo anche per lui e la sua difesa fa il resto, incassando il colpo.

BERRA 5,5 – Qualche segno di cedimento quando il diretto avversario cambia traccia e prova ad accentrarsi, portandolo fuori dalla sua zona di competenza. Secondo tempo in affanno, con il Cerignola che alza il ritmo e la sua difesa mai in grado di congelare il piglio avversario, soffrendo la pressione.

CAPELLINI 6 – Primo gol in campionato, già sfiorato contro il Brindisi. Primo tempo perfetto, senza sbavature né dettagli da ritoccare. Con il Benevento sommerso affonda anche lui, pietrificato sullo spunto di Capomaggio che lo brucia per il pareggio: con l’ingresso di Malcore la sua serata si complica.

PASTINA 5,5 – Gli avversari sanno come verticalizzare per intasare la sua zona, e il giallo del primo tempo rappresenta a pieno la sua serata a denti stretti. Va in blackout anche lui nella seconda metà, rischiando grosso sulla gran rovesciata di Vuthaj. Troppa grinta e meno personalità nella sua partita.

IMPROTA 5 – Il primo approccio è da dimenticare, con la dormita su Vuthaj in avvio che rischia di costar cara. Poi il retropassaggio shock ancora per l’attaccante dell’Audace, murato da Paleari. Serata da dimenticare senza mai lasciare scintille sulla fascia, imprigionato nell’uno contro uno (75′ SIMONETTI 5,5: Non regala l’approccio sperato, schiacciandosi come tutta la Strega e incassando i colpi senza reagire).

AGAZZI 5,5 – La gestione sanguinosa dei palloni peggiori a centrocampo che spiana la strada al contropiede avversario racconta la sua notte e quella del Benevento. Non cambia mai il ritmo della partita, appiattendosi sui soliti standard. Qualche segnale in più nel recupero palla della ripresa, ma senza dare ordine (75′ NARDI 5,5: Dopo pochi secondi Russo gli sfugge e impegna Paleari, poi con la solita grinta prova ad arginare la spinta avversaria).

PINATO 5,5 – Primo tempo tra i migliori, cercando l’inserimento perfetto per poter lasciare il segno. Un gol annullato, un suggerimento pasticciato a ridosso dell’area e messaggi incoraggianti sulla trequarti. Con la Strega in sofferenza però spegne la luce, perdendo di vista sia distanze che efficacia nella gestione dei palloni più sporchi.

BENEDETTI 5 – Sin dal primo approccio con Ruggiero si capisce che la sua non sarà una serata da incorniciare. Soffre la voglia del Cerignola dalla sua corsia pagando anche lo spunto offensivo, lì dove non lascia segnali positivi. Un cross sparato alto è l’ultimo messaggio del suo scenario d’attacco prima di incassare colpi a più riprese, annaspando.

CIANO 6 – Il primo passo del Benevento dipende da lui, dalla libertà d’inventare accentrandosi dalla destra all’ennesimo colpo di questo 2024 che scrive il suo nome tra gli uomini più decisivi del girone di ritorno. Un altro passo al rientro dall’intervallo, privo di elettricità (59′ STARITA 5,5: Non riesce mai a costruirsi l’occasione per il tiro né la chance per saltare l’uomo. Impatto da dimenticare).

FERRANTE 5,5 – La voglia è quella di spaccare il mondo, ma troppo spesso l’egoismo offusca le scelte nell’istante clou. Due mancini innocui, uno largo senza pretese, l’altro forte ma facilmente intuibile. Nulla per provare a cambiare il suo momento complicato (59′ LANINI 5,5: Ha il merito di affilare il tiro nell’unica chance della ripresa, sfiorando il sorpasso. Dentro per dare superiorità, non spacca mai la partita avversaria).

MAROTTA 5 – Una salita ripidissima la sua serata, fatta di rincorse a perdifiato in pressing e di braccia larghe a reclamare palla. Non aiuta mai la Strega in termini di gestione, pasticciando sulle poche opportunità create. Tra le sue notti peggiori in giallorosso (68′ CICIRETTI 5,5: Un solo messaggio nella sua partita, sul pallone che smarca Lanini portandolo al tiro. Deve sudare anche in ripiegamento).

ALL. AUTERI 5,5 – La rivoluzione giallorossa è da dimenticare, non per l’approccio ma nella gestione sulla distanza. Trova il vantaggio con un primo tempo discreto, poi la nave imbarca acqua e non trova il modo di tamponare i problemi dei suoi. Gli ingressi dalla panchina fanno il resto e in quattro giorni la Serie C presenta il conto: tra Crotone e Cerignola sono 4 i punti persi.

 

 

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I giudizi sulla prestazione dei giallorossi: Auteri ritrova i sorrisi del suo attacco, difesa d'acciaio,...
I giudizi sulla prestazione dei giallorossi: partita da protagonista per il portiere giallorosso, la difesa...
I giudizi sulla prestazione dei giallorossi: Starita ancora in ombra, Talia soffre, difesa senza rischi...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie