Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Le pagelle del Benevento: Bolsius spacca il match, El Kaouakibi tra i migliori, segnali da Improta

I giudizi sulla prestazione dei giallorossi dopo il successo del "Viviani": Agazzi e Kubica gli unici a fari spenti

Basta un super gol di Bolsius al Benevento per strappare la seconda vittoria in trasferta del suo campionato, al “Viviani” di Potenza contro il Sorrento. Un colpo al volo da applausi quello dell’olandese che consegna tre punti d’oro alla Strega e rompe il ghiaccio di un match bloccato fino all’ingresso in campo dell’ex Fidelis Andria.

Protagonisti in giallorosso ancora una volta Talia, autore di una gara da applausi, e Improta, la nota più interessante del primo tempo di questa Strega. Impeccabile la difesa guidata da un Paleari tornato decisivo tra i pali del Benevento. Note stonate la condizione di Agazzi, ancora in difficoltà, e Kubica a fari spenti tra centrocampo e trequarti.

Queste le pagelle del Benevento:

PALEARI 6,5 – Protagonista tra i pali sulle sfuriate del primo tempo rossonero: decisivo su Vitale nel disinnescare il colpo sul secondo palo, attento sulla conclusione pericolosa di Ravasio da posizione defilata. Altro clean sheet a referto: ne aveva bisogno dopo le incertezze contro il Picerno.

EL KAOUAKIBI 6,5 – Passi in avanti notevoli da braccetto di destra per il difensore giallorosso che al “Viviani” mostra anche una notevole personalità nel gestire le situazioni più calde. Attento in copertura e bravo anche a gettarsi in zona offensiva, sia per cercare il tiro che a caccia di palloni bollenti, come sul gol da tre punti. Tra i migliori.

PASTINA 6,5 – Azzera ogni possibilità di Ravasio che deve allontanarsi dalle zone centrali per cercare palloni e occasioni. Ancora una volta protagonista nell’uno contro uno, sfrutta al meglio fisicità e anticipo per ridurre le opportunità avversarie: altro step di crescita prezioso.

BERRA 6 – Secondo tempo senza sbavature né difficoltà, complice anche il calo del Sorrento nella metà campo giallorossa. In avvio però paga la spinta di Vitale nella sua zona di campo che fa scricchiolare le sue certezze e quelle della Strega, senza però lasciare il segno.

KARIC 6,5 – Dal suo cross nasce il gol vittoria di Bolsius nell’ennesima discesa a caccia di spazi in cui poter colpire. Tanto lavoro sporco per l’esterno che spinge in fascia sdoppiandosi nelle due fasi e cercando con continuità il corridoio vincente. Risorsa preziosa per questa Strega.

TALIA 6,5 – Altra gara da veterano la sua, nonostante la presenza di Agazzi e i compiti da dividere con il compagno di reparto. Sa leggere in anticipo ogni situazione ritagliandosi il suo spazio nelle due metà campo, senza perdere di vista la trequarti offensiva. Anche con Alfieri è sempre lui il cuore di questo Benevento.

AGAZZI 5,5 – Il deficit di condizione continua ad annebbiare ogni giocata, rallentandola o riducendo l’autonomia di minuto in minuto. Bada all’essenziale dialogando sulle fasce senza cercare mai l’imbucata giusta sulla trequarti. Pochi lampi delle sue qualità in un’altra gara in salita (74′ ALFIERI 6: 20′ intensi in una gara non facile: approccio positivo, con personalità).

IMPROTA 6,5 – Sprazzi del giocatore che in Serie B ha lasciato il segno, garantendo alla Strega il giusto cambio di passo. Nel primo tempo ha spazio da azzannare e lo fa con intensità, cercando più volte la conclusione per svoltare il match. Sa inserirsi ma paga il gap fisico nella ripresa, dove abbassa i giri (74′ MASCIANGELO 6: A guardia della corsia per azzerare i rischi: risultato raggiunto).

CIANO 6,5 – Scintille da protagonista assoluto nella ripresa quando sfiora più volte il suo primo gol stagionale. Prove di tandem efficaci nel primo tempo con Ferrante, poi sale in cattedra alla ricerca del colpo vincente: sa innescarsi in un lampo ed è un fattore perenne per la Strega (87′ TERRANOVA SV: Dentro per blindare la difesa nel finale del “Viviani”: finalmente l’esordio in una serata da tre punti).

KUBICA 5,5 – A metà strada tra centrocampo e trequarti, poche le giocate in cui riesce a mettere in mostra le sue caratteristiche. Mancano intensità e piglio nell’inserimento, suo terreno di caccia ideale, ed è troppo spesso impreciso nella giocata. Pochi segnali confortanti (59′ BOLSIUS 7: Gol da applausi e che vale tre punti: una conclusione da urlo che spacca la partita, la sua specialità in questa Strega finalmente in scena).

FERRANTE 6 – Ha la chance per abbattere il muro del Sorrento ma Marcone non cede e respinge ogni assalto, costringendo il Tigre a disperarsi. Prezioso in fase di costruzione tanto da spegnere, per qualche istante, la luce in zona offensiva: anche lontano dall’area sa come trascinare il Benevento.

ALL. ANDREOLETTI 7 – Pesca dalla sua panchina la carta da tre punti dopo una delle prestazioni migliori del campionato, sprecando in zona gol. La difesa non soffre e continua a crescere, Talia sempre più protagonista e fase offensiva che porta a casa nuovi segnali. Missione compiuta, nonostante le difficoltà.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I giudizi sulle prestazioni dei giallorossi: le mosse dalla panchina fanno la differenza, Paleari fa...
i giudizi sulla prestazione dei giallorossi: Terranova vince il duello con Murano, Pinato dentro con...
I giudizi sulla prestazione dei giallorossi: ripresa in difficoltà perenne, manca la scossa dalla panchina...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...