Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Carboni non ha dubbi: “Carli uomo giusto per il Benevento, ha rifiutato due offerte in A”

L’ex allenatore giallorosso tesse le lodi del nuovo direttore tecnico della Strega: “E’ tra i dirigenti più preparati in Italia”

Guido Carboni conosce ogni segreto del nuovo direttore tecnico del Benevento. Insieme hanno condiviso il campo da calciatori ed hanno vissuto insieme una parentesi importante all’Empoli, lì dove Carli ha scritto la storia partendo dal settore giovanile fino a raggiungere i riflettori più importanti della Serie A. Per l’ex allenatore della Strega, quella di Marcello Carli è la scelta giusta inserita in un progetto importante: “Credo che con questa decisione Vigorito abbia mandato un messaggio chiaro – ha dichiarato Carboni in un’intervista rilasciata sulle colonne de Il Sannio QuotidianoPer Carli parlano i fatti, parla la sua carriera: un ragazzo che si è fatto le ossa nel settore giovanile per tanti anni, conosce bene le dinamiche di questo mondo ed ha intrapreso una carriera importante”.

Carboni rivela un retroscena: “Ho sentito Marcello un paio di settimane fa e aveva anche buone possibilità di rientrare in Serie A. Lo conosco bene, si innamora dei progetti e delle persone ed è uno dei direttori più preparati del panorama calcistico italiano”. Una carriera in cui ha incrociato già personalità importanti, riuscendo ad imporsi in alcune battaglie delicate considerate come punti di svolta della sua carriera: “Parliamo di un lavoratore, un martello che non molla mai. Sta dietro alla squadra ed è di grande aiuto all’allenatore: chiedete a Sarri o Giampaolo chi è Marcello Carli. Sarri l’ha rilanciato lui, l’ha difeso dopo un inizio a Empoli disastroso, ci ha messo la faccia ed ha tenuto duro anche con Corsi, un altro presidente con personalità”.

La nuova avventura di Carli ora si chiama Benevento: “Quando crede in qualcosa la sposa fino in fondo. Se ha accettato Benevento sa benissimo che dovrà ripartire da zero ma a lui piace ricostruire, creare qualcosa di suo. E con questa scelta Vigorito ha lanciato un segnale importante: si può perdere, ma l’importante è rialzarsi e ripartire”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tecnico giallorosso: "Convinto che Avellino-Crotone non sarà una gara scontata. Il ricorso del Taranto?...
Per il centrocampista decisiva la seduta di rifinitura, c'è Ciano in preallarme ...
Allo stadio 'Massimino' si annunciano almeno 18mila spettatori, ma ci sarà anche una nutrita rappresentanza...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie