Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cittadella, Gorini sfuma i contorni della sfida: “E’ decisiva per il Benevento, non per noi”

Il tecnico granata: “Hanno il secondo budget alle spalle del Genoa e una squadra costruita per salire in serie A”

A differenza di quanto accaduto a Benevento (leggi qui), in casa Cittadella ha regolarmente parlato il tecnico Edoardo Gorini alla vigilia del match con la Strega.

PREPARAZIONE – “Non c’è stato molto tempo per lavorare, ma la settimana di allenamento è andata bene. Sappiamo quanto sia importante la gara col Benevento e siamo pronti alla battaglia. La prestazione di Bari ci ha dato grande consapevolezza, ma è giusta metterla da parte”

TUTTI CONVOCATI – “Ho deciso di convocare tutti, anche Frare e Asencio che sono sulla via del recupero. In questo momento c’è bisogno dell’energia di tutti, anche di chi non gioca”.

GARA DECISIVA – “Per il Benevento sicuramente, per noi no ma è comunque fondamentale. Loro nonostante i nomi e il budget sono costretti a vincere, mentre noi abbiamo altre due gare a disposizione. Siamo consci dell’importanza e proveremo a vincere con le nostre armi. Sono loro che hanno l’obbligo di vincere a tutti i costi”.

TIFOSI – “In momenti come questo, l’unione fa la forza. L’interesse del Cittadella viene prima di tutto, non c’è spazio per i personalismi. Chi vuole bene a questa squadra e a questa società, deve dare il proprio contributo: abbiamo bisogno di tutti, anche dell’incitamento dei nostri tifosi”

SUL BENEVENTO – “La qualità individuale a disposizione di Agostinelli è sotto gli occhi di tutti. Dobbiamo stare attenti, giocando con equilibrio. Il Benevento ha il secondo budget alle spalle del Genoa, ha costruito una squadra per salire in serie A. Hanno giocatori che possono risolvere la gara in ogni momento, dovremo essere bravi a limitarli. Hanno tanti nomi importanti, ma Ciano può risolvere da solo la partita. Anche Farias, Acampora, Pettinari, Tello non dobbiamo farli calciare. Serve prestare grande attenzione”.

EQUILIBRIO – “Per noi è la parola chiave, fermo restando che non siamo mai stati difensivisti. I dati dicono che non abbiamo fatto tanti gol, ma le prestazioni ci sono sempre. Dobbiamo essere più bravi in fase di finalizzazione. Tornano tre giocatori a disposizione e farò le valutazioni del caso.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nella Juve Stabia inibizione per il direttore sportivo, mentre il tecnico Pagliuca è per l'ennesima...
I costieri sono stati capaci di portare a casa sette risultati utili consecutivi in trasferta,...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...