Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Benevento, le pagelle: Forte rompe il digiuno, Schiattarella essenziale, Paleari super

Tra i giallorossi brilla anche Glik in coppia con Capellini, ispirato Farias nel reparto avanzato

Torna al successo il Benevento che riscatta la sconfitta casalinga contro il Palermo e porta a casa tre punti fondamentali sul campo del Parma. Una vittoria preziosa per i giallorossi allenati da Fabio Cannavaro, protagonisti nell’indirizzare il match nel verso giusto stringendo i denti nel finale nonostante l’inferiorità numerica.

Tra i gioielli della Strega brilla il match winner Francesco Forte: lo Squalo rompe un digiuno che durava dallo scorso 28 agosto e trascina al successo i giallorossi. Protagonista anche Alberto Paleari, decisivo sul calcio di rigore calciato da Franco Vazquez. Queste, di seguito, le pagelle del Benevento.

PALEARI 7,5 – Sceglie l’angolo giusto e prima disinnesca il rigore di Vazquez, poi colleziona due miracoli anche su Inglese. Sempre reattivo tra i pali quando il Parma prova a raddrizzare il match deciso anche dai suoi guantoni.

LETIZIA 6 – Positivo l’approccio, notevole l’aiuto soprattutto nelle fasi di copertura quando il Parma prova ad accelerare. Un brutto colpo lo costringe al ko (44′ EL KAOUAKIBI 4,5: Un’entrataccia da rosso rovina l’ottimo approccio del suo secondo tempo).

GLIK 7 – Da Mbappé a Bonny, dai Mondiali in Qatar alla Serie B: nonostante ogni giustificazione possibile mette in campo tutto ciò che ha dimostrando tutto il suo valore internazionale. Sempre al posto giusto con la giocata migliore.

CAPELLINI 6,5 – Crescita esponenziale al fianco del polacco che guida ogni suo passo garantendo una dose di fiducia in più in copertura. Preciso e pulito negli interventi, rimediando con carattere alle poche imprecisioni del suo match.

MASCIANGELO 6,5 – Quando alza i giri del motore sa trovare corridoi interessanti nei rifornimenti per Forte, al centro del fraseggio giallorosso. Nella ripresa deve stringere i denti, chiudendo stremato ma da vincitore (84′ FOULON SV: Contributo prezioso il suo per congelare il successo).

IMPROTA 6,5 – Ingresso col piglio giusto, da mezzala pronta a ribaltare ogni scenario. Col passare dei minuti però riduce i giri del motore, badando al sodo nella sua comfort zone (57′ ACAMPORA 6,5: Sua la scossa nei momenti più delicati, provando a dare ossigeno alla Strega).

SCHIATTARELLA 7 – Regista ma anche uomo ovunque di questo Benevento, gestendo al meglio le giocate nelle due fasi. Quando disegna col destro sa creare scompiglio ad ogni lancio, in ripiegamento invece indovina ogni tempo d’anticipo. Fondamentale.

KARIC 6 – Supporto costante nel tenere unite le linee giallorosse, lavorando dietro le quinte. Spende tanto nell’occupare al meglio gli spazi concessi all’avversario, perdendo di lucidità nell’ultimo tocco. Generoso, utilissimo per le idee di Cannavaro.

TELLO 5,5 – Da trequartista tende ad accendersi a fatica quando la Strega ha tra le mani il pallino del gioco. Una necessità in contropiede, perdendo però valore nell’ultimo tocco (57′ KOUTSOUPIAS 6: Promosso l’approccio combattivo per cercare di rallentare i ritmi avversari).

FARIAS 6,5 – Un pallone d’oro controllato con la solita qualità e affidato al tocco di Forte per il vantaggio. Davanti sa creare sempre scompiglio: l’unico neo resta l’ultimo dettaglio, decisivo (84′ PASTINA SV: Dentro per ricompattare ogni linea, divora spazi e duelli a testa alta).

FORTE 7 – Lo Squalo spezza il digiuno e torna trascinatore, lanciando la Strega al successo. Sempre al centro del gioco, prende le misure in avvio prima del morso vincente. Essenziale tra le spallate con l’avversario e il controllo per tenere alto il suo Benevento.

ALL. CANNAVARO 7 – Con un centravanti che spezza il digiuno e un difensore ‘mondiale’ al centro della sua retroguardia confeziona la partita perfetta, tagliando i rifornimenti all’attacco avversario. Nella ripresa corre più rischi anche con l’inferiorità numerica, ma il suo è un successo che vale oro.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I giudizi sulle prestazioni dei giallorossi: le mosse dalla panchina fanno la differenza, Paleari fa...
i giudizi sulla prestazione dei giallorossi: Terranova vince il duello con Murano, Pinato dentro con...
I giudizi sulla prestazione dei giallorossi: ripresa in difficoltà perenne, manca la scossa dalla panchina...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...