Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Benevento, col Perugia l’ultima di Agostinelli? Carli lavora al nuovo allenatore

La scelta del tecnico verrà condivisa con Vigorito: al nuovo dt il compito di presentare le prime candidature

C’è un Benevento da ricostruire, seguendo il principio della sostenibilità. La rivoluzione parte dall’alto in casa giallorossa, a cominciare dalla filosofia che guiderà le strategie in vista del prossimo campionato di Serie C. Vigorito ha indicato la via che è quella della valorizzazione dei giovani, ma senza rinunciare a essere competitivi.

Più o meno, la stessa idea che ha orientato le scelte della scorsa stagione, un progetto durato meno di due mesi, spazzato via giorno dopo giorno dall’ossessione del risultato. La scorsa estate, a spingere per il cambiamento in corso d’opera e a stravolgere tutto furono sufficienti i passi falsi nelle amichevoli pre-campionato e nel primo match ufficiale, quello di Coppa Italia contro il Genoa. La speranza è che stavolta le cose possano andare diversamente ed è ciò che induce a pensare la scelta di affidare la responsabilità del nuovo progetto tecnico a Marcello Carli.

Progetto a lungo termine, perché per vedere i primi frutti del nuovo corso servirà necessariamente tempo. Del resto, la retrocessione lascia sempre macerie e il ritorno in Serie C del Benevento non farà eccezione. Non a caso, il nuovo direttore tecnico della Strega sarà chiamato alle acrobazie, a cominciare dalla necessità di far coesistere il desiderio ardente di fare piazza pulita nell’organico con le ragioni di bilancio. Perché vincolati al sodalizio sannita anche per la prossima stagione, tra chi attualmente è in rosa e chi rientrerà dai vari prestiti, ci sono quasi trenta calciatori, la maggior parte dei quali ha in tasca un contratto fuori dai parametri della terza serie. Stipendi che dunque restano in essere e che Carli in qualche modo dovrà provare a ridurre o a cancellare.

Non è detto che il lavoro possa essere così complicato, perché nonostante un’annata carica di tormenti, diversi tesserati hanno mercato, al punto che c’è più di qualcuno già rivolto con la testa altrove. Insomma, è probabile che alla fine degli sciagurati protagonisti di quest’annata resteranno in pochissimi: è da qui che partirà il processo di ricostruzione di Carli. Senza dimenticarsi, ovviamente, della guida tecnica. Agostinelli aspetta, forte della robusta cura ricostituente distribuita al gruppo in un momento complicatissimo e della capacità di lasciare comunque il campionato con dignità (Perugia permettendo). Basterà per meritarsi la conferma? Probabilmente no, tanto è vero che ci sarebbero già un paio di nomi nella testa della società. Il compito di presentare le prime candidature spetterà a Carli: la scelta finale verrà fatta insieme al patron Vigorito, ma la responsabilità ricadrà tutta sul nuovo direttore tecnico della Strega.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Niente ritorno in Italia per l'ex fantasista giallorosso: accordo col Cluj di Adrian Mutu...
Tris di acquisti nell'ultimo giorno di mercato per i rossoblù che annunciano anche D'Angelo dall'Avellino...
Galazzini e Pagliuca completano la trafficata finestra invernale di calciomercato dei pugliesi...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...