Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

In Serie B le pericolanti hanno rallentato, ma il Benevento non ne ha approfittato

La Strega non ha saputo cambiare passo: dall’arrivo di Agostinelli, il ritardo dalla zona play out è persino aumentato

L’occasione per rimettersi autorevolmente in corsa per un posto nei play out, nonostante tutto il terribile trascorso, il Benevento l’ha avuta e non ha saputo sfruttarla. Le concorrenti hanno teso la mano alla formazione giallorossa, rallentando il passo, ma ancora una volta la Strega non è riuscita a dare una leggera accelerata al proprio cammino, che le avrebbe permesso di recuperare un po’ del terreno perso. Sarebbe bastato poco per fare in modo che le ultime tre giornate di campionato acquisissero un senso diverso: un successo nelle ultime tre partite sarebbe stato sufficiente per rimanere a galla, anche perché le pericolanti sono tornate a viaggiare a una media punti in teoria alla portata dei sanniti.

Per conferma, basta guardare ciò che accaduto nelle ultime tre giornate e confrontarlo con quanto si è verificato nei tre turni precedenti: tre delle cinque dirette concorrenti hanno ridotto la propria velocità di crociera. E’ il caso della Spal, passata dai quattro punti raccolti tra la 30esima e la 32esima giornata ai tre conquistati nelle tre gare successive; del Perugia, che nello stesso intervallo ha dimezzato il proprio raccolto (da quattro a due punti); del Cosenza che invece è passato da sette a due punti.

Insomma, c’erano i margini per accorciare le distanze, ma per farlo sarebbe stato necessario vincere almeno una partita, cosa che il Benevento non è stato in grado di fare. Sarà pur vero che con Agostinelli la formazione giallorossa è ancora imbattuta, ma è altrettanto vero che dall’arrivo del tecnico anconetano sulla panchina della Strega, il ritardo dalla zona play out è addirittura aumentato: erano cinque i punti di svantaggio dopo il ko interno con la Spal, adesso sono sei quelli da recuperare nelle ultime tre giornate.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Auteri non si scompone nemmeno dopo il 4-0 al Sorrento né davanti ai colpi di...
L'ultimo successo con proporzioni così ampie risale al 2 aprile 2022...
I giudizi sulle prestazioni dei giallorossi: le mosse dalla panchina fanno la differenza, Paleari fa...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...