Calcio Benevento
Sito appartenente al Network

Benevento, l’appello di Vigorito: “Difendiamo la B insieme, vi aspetto allo stadio”

Nuovo intervento del patron giallorosso: “Il ds? Avrò l’incarico ad interim fino a fine campionato, ecco perché Foggia e Cannavaro sono stati esonerati”

E’ un appello rivolto alla tifoseria e alla città intera quello del presidente Vigorito che, nel momento più difficile della stagione, chiede a tutti di stringersi attorno al Benevento Calcio: “Vorrei avere la soddisfazione di giocare una partita così importante insieme a tutti voi – le parole del patron a Ottochannel – Abbiamo bisogno di voi, della vostra spinta perché questo non è il momento di dividersi, ma di dare il massimo per tenersi stretta questa categoria. Sono convinto che possiamo farcela, lo vedo dalla reazione della squadra, da un allenatore molto motivato e sereno e da calciatori che non sono abbattuti e si allenano con grande professionalità. Le battaglie si perdono e si vincono insieme, perché a retrocedere sarebbe una città intera. Non facciamo i processi adesso, quelli si faranno a fine stagione”

Vigorito esclude l’arrivo di svincolati: “Non mi sarei tirato indietro, ma bisogna avere contezza della realtà perché il mercato degli svincolati offre poco ed è impossibile trovare attaccanti decisivi, in grado di trascinare la squadra. In rosa gli attaccanti ci sono. C’è Pettinari che ha fatto diverse annate in cui ha dimostrato di saper essere prolifico in zona gol, non è detto che non lo faccia adesso. Fidiamoci di loro, non guardiamo da altri, visto che non possiamo fare altre errori. Se veramente amate questa società e credete al vostro presidente, col Brescia dovete affollare lo stadio. Dovete far sentire l’amore per questa maglia e darci una mano. E’ una partita molto importante, vi aspetto tutti, c’è bisogno del vostro calore. Sentire il tamburo della Curva Sud è ciò che ci serve oggi”.

La scelta dell’esonero di Cannavaro e Foggia: “Certe decisioni sono figlie di riflessioni e non di gesti istintivi. Ho grande rispetto sia per Caserta che per Cannavaro, hanno cercato di fare del loro meglio nonostante una montagna di problemi. Colpe non ne trovo mai, trovo che alcuni lavorano al meglio delle loro possibilità senza ottenere risultati. Mi auguro che Stellone trovi il bandolo della matassa: è venuto di corsa appena l’ho chiamato, mostrando grande entusiasmo. Ci crede veramente. Aiutiamolo a fargli capire che anche noi ci crediamo, perché si perde e si vince tutti insieme. Allontanare Cannavaro e Foggia non è stato semplice, ma non potevo mandare via 23 calciatori. Cannavaro non è riuscito a far valere il suo carisma. Foggia è stato oggetto di una contestazione di cui non poteva non tener conto. Non la condivido né nei termini né nei modi, ma era evidente a tutti che si era rotto il feeling con la piazza. Ho chiesto a Foggia di fare un passo indietro e lui l’ha fatto, ha capito che in quel momento era un elemento di divisione, confermandosi un grande professionista. Ho fatto un sacrificio affettivo nei confronti dei miei collaboratori e di persone che hanno un passato illustre alle spalle. L’ho fatto per il bene della città. Fate in modo di non renderlo inutile. Possiamo fare due cose: o viviamo una lunga agonia verso la serie C o stiamo insieme per superare i nostri limiti”.

Questione direttore sportivo: “Un rappresentante legale può ricoprire la carica di direttore sportivo ad interim per quanto tempo vuole. Dal punto di vista federale, ho assunto io la carica e la conserverò fino a fine stagione, nonostante si siano proposti decine di professionisti. Il direttore sportivo arriverà nella prossima stagione”.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sono stati in tutto sette i tesserati giallorossi ammoniti nel corso del match con il...

Dal Network

Out lo squalificato Casasola e gli infortunati Furlan, Rosi e Struna. Convocati i baby Ajradinoski...

Sconfitta amarissima a Benevento dove il Modena ha abbandonato il sogno dei play off a...