Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il Benevento prova a riprendersi Massimo Coda: costi proibitivi e il Genoa fa muro

Quella del ritorno del bomber di Cava de’ Tirreni potrebbe essere un’opportunità, ma gli ostacoli da superare sono tanti

Un nastro da riavvolgere, i dolori dell’addio da cancellare, una corsa ad ostacoli da vincere per provare a riprendersi Massimo Coda. L’Hispanico potrebbe tornare a indossare il giallorosso del Benevento, una possibilità che si sta aprendo in un mercato invernale destinato a regalare sorprese. Il bomber di Cava de’ Tirreni non è soddisfatto dell’esperienza col Genoa e pare intenzionato a cercare nuovi stimoli altrove. Almeno, a questo sta lavorando il suo procuratore Romualdo Corvino, il quale sta offrendo il capocannoniere dello scorso campionato di Serie B un po’ a tutte le società cadette con capacità di spesa, Benevento compreso.

Il club di via Santa Colomba non ha chiuso la porta. Anzi, lo riaccoglierebbe a braccia aperte, nonostante la traumatica separazione di due anni e mezzo fa. E’ chiaro però che vanno valutati i costi di un’operazione che rischia di essere onerosissima. Perché solo lo scorso giugno, il Genoa ha staccato un assegno da 1,5 milioni di euro per prelevare il cartellino di Coda dal Lecce, garantendo inoltre al giocatore un triennale da quasi un milione di euro a stagione. Cifre fuori portata per chiunque.

Il Benevento proverà a trattare e se dovesse riuscire a vendere Forte avrebbe la possibilità di mettere sul tavolo un’offerta più alta: lo Squalo infatti ha un ingaggio da 550mila euro all’anno e dalla sua eventuale cessione il club conta di incassare almeno 1,5 milioni. E’ chiaro però che bisognerà fare i conti anche con la volontà del Genoa, intenzionata a difendere il corposo investimento fatto meno di sei mesi fa. Prima il direttore sportivo Ottolini, poi il tecnico Gilardino hanno assicurato sull’incedibilità dell’attaccante, ma potrebbero essere solo dichiarazioni di prammatica.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

A marzo sarà testimonial della Nazionale italiana, ma per ora non se ne parla di...
L'attaccante cresciuto nel settore giovanile giallorosso è a tutti gli effetti un calciatore di proprietà...
Niente ritorno in Italia per l'ex fantasista giallorosso: accordo col Cluj di Adrian Mutu...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...