Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Modena, Tesser avvisa il Benevento: “Vogliamo tornare a vincere al Braglia”

Il tecnico dei canarini: “Dai miei mi aspetto la giusta rabbia, per dimenticare il ko di Bari e per ritornare a conquistare risultati importanti”

Conferenza stampa della vigilia anche per Attilio Tesser. Il tecnico del Modena, come già fatto da Cannavaro (leggi qui), rivolge il primo pensiero alla scomparsa di Sinisa Mihajlovic: “Il primo pensiero va alla famiglia, ci ha lasciato un uomo vero. Ho avuto modo di parlare un paio di volte con lui. Queste sono le cose importanti della vita che vanno al di là del calcio”.

Parlando della partita con il Benevento, il trainer gialloblù è chiaro: “Dovremo essere squadra e mostrare uno spirito comune. Dobbiamo reagire con lucidità, senza farci prendere dall’ansia o dalla frenesia. Ultimamente concediamo troppo, anche in termini di gol. Gli errori fanno parte del gioco, ma va detto che quella di Bari è stata una partita particolare. Abbiamo trovato un avversario cinico, capace di fare quattro gol con cinque tiri in porta. Al di là di tutto, mi aspetto una reazione dai miei, la giusta rabbia per tornare a vincere contro un Benevento che ha una rosa competitiva, con giocatori che conoscono bene la categoria. Ora Cannavaro gioca con un modulo simile al nostro e non credo che domani cambi. In ogni caso, noi dobbiamo saperci ad adattare a ogni evenienza, anche perché loro hanno giocatori in grado di cambiare interpretazione della gara. Per questo dico che sarà una gara difficile e impegnativa”.

L’obiettivo è sempre lo stesso: “Vogliamo vincere. Giochiamo in casa, davanti al nostro pubblico e vorrei ritrovare i tre punti per riprendere il nostro cammino, per dare un segnale alla classifica e serenità a tutto l’ambiente, ma anche per dare una gioia a tutta la gente che verrà a sostenerci”.

Sulle scelte ha ancora qualche dubbio: Cittadini non si è allenato per precauzione, ma domani ci sarà. Gargiulo sta un po’ meglio, gli serve ancora qualche spezzone per entrare in condizione. Azzi ha avuto qualche accelerata delle sue, si sta pian piano ritrovando. Bonfanti sta bene, davanti ho un piccolo dubbio. In settimana ho provato prima Diaw poi Bonfanti con la squadra titolare. Deciderò in base alla caratteristiche dell’avversario. Uno tra Magnino e Armellino ha un problemino che valuterò. Non ho grandi alternative, visto che Gargiulo non è ancora al meglio della condizione”. 

 

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il Giudice sportivo toglierà a Maiuri il capitano, un difensore centrale e un attaccante...
Il tecnico dei lucani si consola con il rientro di Gilli dalla squalifica ...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...