Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cannavaro dispensa fiducia: “Gruppo eccezionale, il Benevento può risalire”

Il tecnico giallorosso non si è pentito della scelta fatta: “Qui si può fare davvero bene, ma per vincere è necessario che tutti diano di più”

E’ un bilancio positivo quello che traccia Fabio Cannavaro. Nonostante le difficoltà e un avvio particolarmente complicato, il tecnico del Benevento resta convinto della bontà della scelta fatta lo scorso settembre: “Diciamo che sono ripartito da zero – ha confidato ai microfoni del Corriere dello Sport – ma non è stato un problema. Mi sono reso conto che mi sarei dovuto mettere in discussione per non restare a piedi un altro anno. A convincermi non è stato il presidente, ma il direttore Pasquale Foggia, mio amico. Anche se le ambizioni di Vigorito hanno fatto il resto. Il Benevento mi va benissimo. La voglia di allenare e di rimettermi in gioco è stata decisiva. Vorrei dimostrare che in Cina non ho fatto le vacanze e che posso lavorare ovunque”.

E ora vede la sua squadra migliorare costantemente: “Il Benevento cresce ogni giorno. Io vorrei dare qualcosa ai miei nelle motivazioni e nella mentalità che ho dovuto praticamente ricostruire. Abbiamo altri problemi da risolvere. Ho avuto una dozzina di calciatori fuori, ma ho un gruppo eccezionale. Sono stati bravi i ragazzi a reagire alle difficoltà. A compattarsi. Contro Spal e Reggina sono state gare difficili. Le polemiche del Granillo? Gli arbitri possono sbagliare. Tuttavia nell’azione del gol contestato, Capellini non fa volume davanti al portiere amaranto e non partecipa all’azione. Poi con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Io penso che se uno è più forte in campo quasi sempre vince. Le polemiche non le alimento”.

Le difficoltà non sono mancate: “La squadra era abituata a ragionare poco. Si basava molto sui duelli. Ma non per responsabilità dell’allenatore precedente. Poi gli infortuni a raffica: Tello, Farias, Simy, per esempio, non li ho mai avuti. E non sono i soli. Inoltre non è facile quando si subentra. Vuol dire che qualcosa si è sbagliato all’inizio e rimediare non è scontato. Serve lavoro per ricostruire. Sappiamo di avere un organico importante e ce la giocheremo sino alla fine. Ora testa solo al Palermo“.

Le prospettive sono buone: “Se pensiamo in grande, certamente è un’opportunità. Una gara alla volta però. Sono convinto che cresceremo, evitando di essere impazienti. Ci sono problemi in parte dovuti alla costruzione per tappe del gruppo. Altri sono scaturiti da infortuni. Speriamo di recuperare tutti per la sosta. Poi vediamo cosa succede. Ma ogni cosa dipende da noi. I ragazzi hanno capito che ce la possiamo giocare con tutti. Se ci ricompattiamo risaliremo. Ci sono antagoniste forti, ma il nostro destino lo decidiamo noi”.

Una mano potrebbe darla il mercato: “Non ho ancora fatto richieste. Abbiamo tanti giocatori fuori. Faremo valutazioni mirate per accrescere le nostre potenzialità. Ma al completo questa squadra vale. Se Vigorito mi ha chiesto la A? Forse ho chiesto più io a lui che lui a me. Servono strutture. E i grandi risultati ottenuti in passato non sono garanzia per il futuro. Il presidente ha capito le difficoltà del momento e ci sta vicino”.

Un passaggio sulle dimissioni post-Como: “Un atto dovuto per fare chiarezza. Quando non arrivano i risultati bisogna trarre le conseguenze e assumersi le proprie responsabilità. Io e il direttore sportivo siamo amici. Ma non è stato un tentativo di abbandono. Anzi. Il fatto che sono state respinte le dimissioni ha dato forza a me e responsabilizzato il gruppo”.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

E' il terzo infortunio simile che si verifica nel giro di un mese in casa...
Il club jonico ha già ricevuto le motivazioni della Corte federale d'Appello e si rivolgerà...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie