Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Benevento, occhio al rendimento esterno del Sorrento: a farne le spese non solo l’Avellino

I costieri sono stati capaci di portare a casa sette risultati utili consecutivi in trasferta, facendo punti su campi complicati come Catania, Foggia, Castellammare e Latina

Indipendentemente dal fatto che si presenterà al ‘Vigorito’ in condizioni di piena emergenza, il Sorrento resta avversario da prendere con le pinze, soprattutto quando veste i panni dell’ospite. Finora, infatti, la formazione costiera ha conquistato proprio in trasferta i risultati più pesanti, andando a raccogliere punti contro molte delle squadre che puntano al salto di categoria.

Basti pensare che prima del ko del giorno di San Valentino contro il Messina, la truppa guidata dall’ex giallorosso Enzo Maiuri era reduce da sette risultati utili di fila in trasferta. Diverse le big che hanno finito per lasciare punti per strada. Clamorosa, in particolare, la sconfitta rimediata dall’Avellino al ‘Partenio-Lombardi’, contro un Sorrento costretto a giocare in dieci per un’ora, ma i biancoverdi non sono stati gli unici a farne le spese. Nella striscia di sette risultati positivi consecutivi, infatti, il Sorrento è stato capace di andare a vincere anche contro Latina, Catania e Cerignola, oltre che di fermare sul pari il Foggia allo ‘Zaccheria’ e la capolista Juve Stabia nel fortino del ‘Menti’.

A confermare la capacità dei rossoneri di lasciare il segno in trasferta, c’è anche il fatto che quattro delle cinque sconfitte rimediate finora nelle partite giocate lontano dalle mura amiche, sono arrivate nelle prime dieci giornate. Bastano questi dati per spingere il Benevento a non affrontare con superficialità l’incontro né a dare l’esito per scontato, sebbene la truppa di Maiuri arriverà nel Sannio fortemente rimaneggiata. In particolar modo nel reparto arretrato, dove il tecnico non potrà fare affidamento sui due difensori centrali titolari e rischia di dover rinunciare pure a Loreto, altro punto fermo della retroguardia rossonera. Senza gli squalificati Fusco e Blondett e con il probabile forfait di Loreto, Maiuri si trova praticamente senza alternative. In mezzo dovrà affidarsi all’inedita coppia composta da Di Somma e Morichelli, classe 2002 al debutto con la casacca rossonera, dopo essere arrivato in Costiera nel corso del mercato invernale, prelevato dal Perugia con cui aveva collezionato appena quattro presenze. Sul fronte sinistro, invece, è in preallarme Colombini, mentre a presidio della fascia destra verrà confermato Todisco, l’unico superstite dei titolari del reparto arretrato.

Per le altre zone del campo, invece, c’è l’imbarazzo della scelta, anche in considerazione del pieno recupero di Cuccurullo, centrocampista cresciuto nel settore giovanile del Benevento, che torna a disposizione dopo aver saltato la sfida contro la Virtus Francavilla a causa di un risentimento muscolare. Il suo rientro potrebbe spingere Maiuri a riportare Vitale nel tridente, vista l’assenza per infortunio di Kolaj e per squalifica di Martignago. Accanto all’intoccabile Ravasio, bomber dei costieri con dieci gol realizzati finora, potrebbero esserci dunque Riccardi sul fronte sinistro e appunto Vitale su quello destro. Occhio, però, alle candidature di Scala e Badje che scalpitano per avere una chance: potrebbero essere però carte spendibili a partita in corso, piuttosto che dal primo minuto. A centrocampo, invece, toccherà a capitan La Monica completare il terzetto con Cuccurullo e De Francesco.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La decisione del club etneo in vista dell'ultima decisiva gara della stagione regolare...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie