Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Modifica dell’articolo 31, cambia la musica nei settori giovanili. Innocenti (Benevento): “Una rivoluzione”

Il braccio destro di Marcello Carli analizza la modifica della norma sul vincolo sportivo dei calciatori Under 19

E’ stata un’autentica rivoluzione quella che lo scorso giugno ha colpito i settori giovanili dei club professionistici. Il riferimento è alla modifica dell’articolo 31che disciplina la durata del vincolo sportivo di un calciatore giovane: durerà una sola stagione e ogni estate quindi gli Under 19 potranno cambiare squadra senza che la società che li ha cresciuti possa chiedere un indennizzo.

Sul tema, è intervenuto Andrea Innocenti, talent scout e braccio destro di Marcello Carli, intervistato nel corso della trasmissione ‘Scanner’: «Ho la fortuna di lavorare in un club dove abbiamo due segretari del settore giovanile molto bravi che ritengono che, in base alla giurisdizione, l’addestramento sia superato dall’apprendistato».

La nuova norma è una rivoluzione: «Lo è senz’altro. Bisogna partire dal presupposto però se fosse giusto prima avere un vincolo. Non parlo di club di livello ma tanti ci hanno giocato sopra per me. Molti dicevano al genitore: “Sei vincolato con me, ti do il cartellino, porta i soldi” e nei dilettanti ancora di più. A Empoli e a Siena ho portato la mentalità che se tecnicamente il giocatore non rientra nell’interesse del club si svincolava. Il secondo aspetto è che per quelli liberi si creava già un’asta con i procuratori, “x è libero, non lo faccio firmare e te lo porto”. Se la regola è per togliere il sommerso secondo me invece aumenta vista l’asta su giocatori così giovani. Il terzo punto è questo: se facessi il responsabile di un settore giovanile direi che finalmente avranno il compito di prendersi qualche responsabilità di dire chi è di prospettiva e chi no. Facciamo il vincolo prima o il contratto prima a quelli che riteniamo di prospettiva, poi si può sbagliare ma prendiamoci la responsabilità. Il rischio era o di non farlo a nessuno o di farne troppi, i club stranieri quando hanno 10 giovani di prospettiva li contrattualizzano.
Quanti sono i giovani nelle liste di svincolo ogni estate nella lega Pro? E’ un numero impressionate. Significa che si è fatto un giochino diverso con i club di livello più alto che dicono “Ho paura a scegliere, faccio 50 contratti, poi però hanno un costo perché li devi mandare in C ma li devi pagare tu. E’ una rivoluzione insomma che può andare al meglio. Se spenderanno di più i club? Non lo so, si dovranno utilizzate meglio le risorse e si dovranno fare 3 contratti a giocatori della Primavera meritevoli e non 10. Se uno fa questo lavoro deve prendersi responsabilità».

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Avanti di due gol fino a dieci minuti dal 90', i giallorossi si fanno riprendere...
Non solo Nunziante e Rossi, il tecnico Rocco avrà dalla prima squadra anche il difensore...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...