Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Benevento-Brescia, Tello: “Vittoria che aspettavamo da tanto, con Stellone un’aria nuova”

Le parole del calciatore giallorosso dopo il successo pesantissimo del Vigorito contro una diretta concorrente per la salvezza.

In sala stampa, Andres Tello ha analizzato la prestazione del Benevento nel successo del Vigorito contro il Brescia. Uno scontro diretto deciso dall’inserimento vincente del colombiano che ha permesso alla Strega di conquistare la sua prima vittoria nel 2023.

RISULTATO“Una vittoria che aspettavamo da tanto tempo. È stata una partita sporca, sapevamo il gol sarebbe potuto arrivare da un momento all’altro”.

PAPA’ – “Da quando è arrivata mia figlia è cambiato tutto, dal momento in cui è nata credo sia cambiata la mia vita e la mia carriera. Ho iniziato a guardare diversamente i dettagli della vita e penso che tutto ciò si veda anche in campo”.

GOL – “Un orgoglio essere capocannoniere della squadra, penso a dare il massimo per la squadra, non all’aspetto personale. Questa vittoria ci darà serenità, fiducia, voglia di lavorare ogni giorno. Penso che ci voleva da un bel po’, sarà un inizio importante per fare qualcosa in più”.

ATTACCANTI – “Sono loro quelli bravi in attacco, mi trovo ogni tanto lì e faccio quello che posso, non posso mettermi accanto a Simy che ha segnato tanto in carriera o La Gumina o Pettinari. Loro ci danno una mano in altre cose ma sono loro gli attaccanti bravi. Sappiamo tutti che siamo una squadra che deve tener palla e fare belle giocate ma abbiamo capito che ora bisogna vincere solo le partite”.

SPOGLIATOIO – “Problemi nello spogliatoio non ce ne sono mai stati né con Cannavaro né con Caserta. Potrei mettere la mano sul fuoco su di loro. Con Stellone è arrivata un’aria nuova, il cambio di due allenatori ci fa pensare, ci fa fare qualche domanda e ci siamo resi conto di dover cambiare qualcosa”.

PRESTAZIONE – “Sono i piccoli dettagli che dobbiamo curare adesso, le palle sporche o curare i dettagli nei rimpalli. Se molliamo adesso non andremo lontano”.

ALLENATORI – “Tre allenatori totalmente diversi, tre persone diverse. Ognuno di loro ci ha dato qualcosa di diverso. L’addio di Cannavaro ci ha toccato tanto, è una grandissima persona e anche come allenatore credo sia bravo. Con Stellone c’è stata un’aria nuova, è cambiato qualcosa in noi”.

ESULTANZA – “Dovevamo prendere palla per fare il secondo gol, era dal Cittadella che mancava la vittoria. Nell’esultanza è venuta fuori tutta la rabbia di un gol che non arrivava mai. Ho subito guardato la panchina, si sentiva una squadra diversa e volevamo a tutti i costi la vittoria”.

RUOLO – “Sono una mezzala, posso giocare come esterno o sulla trequarti. A centrocampo mi trovo bene”.

COMPAGNI – “Oggi Karic ha fatto una partita perfetta, ha recuperato tanti palloni e ci ha fatto sempre uscire. Koutsoupias ci ha dato una grande mano, anche Simy ha corso tanto accorciando fino alla nostra area di rigore. Faccio i complimenti a loro perché ci fanno dare tanto, ci danno tanto anche quando entrano e quando sono titolari”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tecnico giallorosso: "Andiamoci a giocare l'ultima partita di campionato e poi tireremo le somme"...
Le dichiarazioni del calciatore giallorosso dopo il successo del "Vigorito" contro i nerazzurri di Fontana...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie