Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Inchiesta Juve, anche il passaggio di Tello al Benevento nelle carte della Procura

Riflettori accesi su una mail di Fabio Paratici ai suoi collaboratori, in cui si parla della plusvalenza garantita dalla cessione del colombiano

Tra le carte dell’inchiesta della Procura di Torino sui conti della Juventus spunta anche una mail relativa al passaggio di Andrés Tello al Benevento. E’ quella che il 18 novembre 2019 l’allora direttore sportivo del club bianconero, Fabio Paratici, invia ai suoi collaboratori Cherubini e Chiellini (Claudio, fratello di Giorgio). Questo il contenuto:

«Operazione Barcellona: convocare i 2 agenti dei calciatori che dobbiamo acquistare e definire contratti e commissioni (Cherubini – Chiellini).
Cercare di controllare e aiutare De Vecchi nel convogliare i nostri 2 calciatori che devono andare al Barcellona (Chiellini). Plusvalenza da raggiungere 20 netti.
Operazione Mandzukic – Han Qatar: seguire percorso Mandzukic tramite Sissoko (Chiellini) e Han (Chiellini Cherubini).
Perin: Mi ha detto che è stato contattato da Preziosi aspettiamo che mi chiamino (Paratici).
Pjaca: trovare squadra (sentire Cagliari, Dinamo o altre prestito 18 mesi) Chiellini – Cherubini.
Bernardeschi: interesse Chelsea (sentire Ramadani se può spingere con Marina) – Paratici.
Parlare x Psg x scambio Emre – Paredes plusvalenza da raggiungere 50 mil netti – Paratici.
Chiellini: Basilea x Okafor/Moreno e Everton x Kean – Pellegrini/Romero
Chiellini x altro (10 mil plusvalenza): Pescara – Benevento – altro (Tello quasi sicuro 1 mil)».

Per gli inquirenti, questo messaggio di posta elettronica, così come anche gli altri raccolti, evidenzia la trama della strategia che orientava il mercato della Juventus. La finalità primaria era quella di fare plusvalenze, anche a costo di anticiparne gli effetti. Tra le tante operazioni su cui la Procura vuole far luce c’è appunto quella della cessione di Tello al Benevento. Il club giallorosso non è coinvolto nell’inchiesta, è estraneo alla vicenda visto che la plusvalenza generata dalla cessione del colombiano non è stata determinata da presunti rapporti privilegiati tra le due società, come avvenuto ad esempio con altri club considerati appartenenti alla fitta rete di alleanze messa su dalla stessa Juve

Il colombiano infatti si trasferì nel Sannio a titolo definitivo per 2,5 milioni di euro (di cui 834mila versati al momento dell’acquisto e il restante saldato nei due anni successivi), ma l’accordo prevedeva inizialmente un’opzione di riacquisto a favore del club bianconero. La Juve infatti avrebbe potuto riprendersi Tello grazie a una clausola di recompra fissata a otto milioni di euro, esercitabile fino alla stagione 2020/21. La società guidata da Andrea Agnelli, però, a marzo del 2019 decise di rinunciare alla possibilità di riacquisto. Per questo motivo, inviò una lettera alla Figc per informare la stessa che non avrebbe esercitato il diritto di recompra, cosa che consentì alla stessa Juventus di iscrivere subito a bilancio la plusvalenza di 1,89 milioni generata proprio dalla cessione del colombiano al Benevento.

 

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Auteri non si scompone nemmeno dopo il 4-0 al Sorrento né davanti ai colpi di...
L'ultimo successo con proporzioni così ampie risale al 2 aprile 2022...
I giudizi sulle prestazioni dei giallorossi: le mosse dalla panchina fanno la differenza, Paleari fa...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...