Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Clemente, le emozioni del ritorno a Benevento: “Fidatevi di Auteri e se i risultati sono questi mi rivedrete presto”

Il pescatore di perle: "La Strega può giocarsela con la Juve Stabia, grato a tutti per l'accoglienza: lo striscione dei tifosi mi ha colpito"

Il filo conduttore di Benevento-Sorrento potrebbe racchiudersi in una sola parola: ‘perle’. Quelle dispensate in campo da Ciano e, soprattutto, da Ciciretti o quelle che fanno riaffiorare alla mente vecchi ricordi, immagini di un calcio passato e profondamente diverso. Un termine che nel Sannio rievoca le gesta e le reti di Giampiero Clemente, ribattezzato il ‘pescatore di perle’ e per quattro stagioni e mezzo bandiera e simbolo della Strega. L’ex attaccante giallorosso è tornato a Benevento proprio in occasione della sfida con i costieri e la sua presenza non è certo passata inosservata. Dall’omaggio dello stadio all’affetto ricevuto, passando inevitabilmente per quanto ammirato sul rettangolo di gioco. Di questo e altro abbiamo parlato con lo stesso Clemente.

Quali emozioni hai provato tornando al ‘Ciro Vigorito’?
È stata una bella emozione! Mancavo da anni e sapere che la gente ancora ti ricorda con affetto mi ha reso felice. È stato tutto molto bello.

La Curva Sud, in particolare, ha dimostrato di non averti dimenticato. Sorpreso per lo striscione?
Quella è stata un’altra emozione. Mi ha fatto piacere, sono andato via ormai da diversi anni e molti di quei ragazzi probabilmente mi conoscono solo di fama e non come persona. Sapere che una città ti ricorda ancora con questo affetto trasmette emozioni particolari.

Passiamo all’aspetto prettamente calcistico, che Benevento hai visto?
Un Benevento dai due volti. Freno a mano tirato nel primo tempo, merito anche di un Sorrento abbottonato e pronto a far male in ripartenza, per poco non ci riuscivano quasi allo scadere. Nella ripresa, appena ha concesso qualcosa, è uscita fuori la caratura del Benevento, il valore di un organico importante.

Ciciretti-Ciano protagonisti sotto gli occhi del ‘pescatore di perle’, sembra il copione di un film.
Sono due giocatori capaci di spostare gli equilibri. Nel complesso ho visto un Benevento ben messo in campo, molto quadrato. Poi avere a disposizione calciatori capaci di inventare la giocata può far saltare il banco, è un’arma in più in proprio favore. Quando sono in giornata di grazia diventa tutto più facile.

Il selfie con Marotta, cosa vi siete detti con ‘El Diablo’?
Siamo stati avversari tante volte negli anni passati e ci siamo trovati durante il mio periodo da dirigente, stringendo un rapporto importante, anche a livello familiare. Mi avrebbe fatto piacere giocare insieme a lui, ma il tempo non gioca dalla mia parte (ride, ndr).

A cosa può ambire questo Benevento? Fa bene Auteri a frenare i facili entusiasmi?
Ho avuto la fortuna di avere Auteri a Gallipoli, dove vincemmo un campionato. Credo che avendo lui al timone bisogna seguirlo, bisogna vivere alla giornata perché la vittoria finale dipende anche dagli altri. Meglio guardare di partita in partita, senza fare tabelle. Nonostante questo, però, credo che il Benevento sarà protagonista fino alla fine.

A dieci giornate dalla fine proviamo a indicare sorprese e delusioni del campionato?
Il cammino del Taranto è sotto gli occhi di tutti, non mi aspettavo questo campionato da parte loro. Bisogna fare i complimenti a Capuano, sta disputando una stagione strepitosa con una buona squadra, non certo una corazzata. Il Catania, di contro, ha deluso un po’ tutti, nessuno si aspettava di ritrovarlo così in basso in classifica. Il Benevento è una squadra che, per piazza e società, parte sempre con i favori del pronostico, se la gioca con una Juve Stabia che, sinceramente, non mi aspettavo di vedere in testa. Le vespe, tuttavia, stanno dimostrando di essere una compagine quadrata e organizzata, meritando i punti ottenuti.

Quando ti rivedremo a Benevento?
Speriamo non tra altri dieci anni, magari vengo prima. Poi se il risultato è questo…

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Allo stadio 'Massimino' si annunciano almeno 18mila spettatori, ma ci sarà anche una nutrita rappresentanza...
E' il terzo infortunio simile che si verifica nel giro di un mese in casa...
Il club jonico ha già ricevuto le motivazioni della Corte federale d'Appello e si rivolgerà...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie