Calcio Benevento
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Benevento, dal Vangelo secondo Gaetano

Auteri non si scompone nemmeno dopo il 4-0 al Sorrento né davanti ai colpi di Ciano e Ciciretti: barra dritta e sguardo rivolto al presente

L’en plein cercherà di centrarlo sabato sera, quando al ‘Ciro Vigorito’ arriverà il Foggia. In quell’occasione Gaetano Auteri andrà a caccia del decimo risultato utile consecutivo alla guida del Benevento, qualcosa di probabilmente insperato al momento del ritorno in giallorosso. La sua squadra, nel frattempo, ha messo le mani sul secondo posto in solitaria alle spalle della capolista Juve Stabia. Le distanze restano importanti (sette punti da recuperare nelle prossime dieci giornate) ma il primo intento è stato indubbiamente centrato.

Eppure neanche la seconda piazza distrae il trainer giallorosso da quello che resta l’obiettivo primario: rimanere concentrati e vivere alla giornata. Un bilancio, a detta dello stesso allenatore, si potrà fare solo tra quattro o cinque turni. Sarà quello il momento in cui tracciare una linea e fissare i traguardi da perseguire nel finale di stagione.
Davanti alla Strega, inevitabilmente, si frappone un bivio: da una parte il sentiero che conduce al primo posto e alla promozione diretta in serie B, dall’altro quello più lungo e tortuoso che impone di provare a compiere il salto di categoria attraverso i play-off. I calciatori non ne fanno un mistero puntando al primato delle vespe, forti di uno scontro diretto da giocare in casa, mentre il tecnico di Floridia cerca di mantenere la barra dritta, consapevole che basterebbe poco per vanificare il lavoro svolto in questi due mesi dal ritorno sulla panchina sannita.

La gara con il Sorrento, del resto, ha mostrato un Benevento a due facce. Ad un primo tempo deludente, con i costieri che avrebbero probabilmente meritato di chiudere in vantaggio, ha fatto da contraltare una ripresa sontuosa che ha portato al poker che ha permesso ai giallorossi di mettere nel motore tre punti preziosi, sgasando in corsia di sorpasso e mettendo la freccia sulle altre contenenti. A dirigere l’orchestra due giocatori che al pallone sanno dare del tu: Amato Ciciretti e Camillo Ciano. Classe cristallina quella del romano e del casertano, capaci in un tempo di mettere a soqquadro la retroguardia dell’ex Maiuri. Ciciretti, in realtà, era stato di gran lunga il migliore già nella prima frazione e nella ripresa la sua prestazione è stata un crescendo, impreziosita da un gioiello di sinistro che ha fatto scattare in piedi l’esigente pubblico del ‘Ciro Vigorito’. Determinante, però, anche l’ingresso in campo del folletto di Marcianise, schierato nell’inedita posizione di falso nueve e in grado non solo di aprire le marcature ma di rivelarsi il regista avanzato e l’ispiratore delle manovre beneventane.

Auteri si è aggrappato alla classe dei suoi giocatori più talentuosi, lasciando fuori elementi come Ferrante e Marotta. Fantasia al potere, in una serata completata dai gol di Bolsius e Simonetti, altri due elementi pescati dalla panchina a gara in corso. Le risposte, questa volta, sono arrivate anche e soprattutto dai subentrati, capaci di dare una scossa a una squadra rimasta imbrigliata per un tempo nella ragnatela tessuta dal tecnico avversario.

Una notte illuminata da quelli che un tempo sarebbero stati definiti i numeri dieci, sotto lo sguardo di un altro indimenticato ex: Giampiero Clemente. Il pescatore di perle ha assistito ai colpi e alle giocate dei due attaccanti giallorossi, un mix di genio e sregolatezza che ha infiammato il ‘Vigorito’ ma che non è bastato a regalare un sorriso pieno ad Auteri. Per quello bisognerà eventualmente attendere, perché è già tempo di pensare al Foggia “senza sprecare inutilmente energie nel fare conti o stilare tabelle”. Un messaggio scandito ancora una volta nel post partita per mantenere i piedi ben saldi a terra. Il vangelo ‘secondo’ Gaetano è anche questo.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I giudizi sulla prestazione dei giallorossi: Auteri ritrova i sorrisi del suo attacco, difesa d'acciaio,...
Nel girone meridionale solo quattro società hanno beneficiato di una cifra più alta rispetto al...
Le ultime due giornate di campionato decideranno i piazzamenti finali, la Strega chiamata a rialzare...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra...

Altre notizie